La Ludoteca

La domanda più temuta, per un 28enne di oggi, non è più “Quanto ti sposi?” ma “Che lavoro fai?”. Sopratutto quando il tuo lavoro neanche i tuoi genitori lo capiscono, figuriamoci la  nonna.

Immagino una conversazione tra noi:

Io: “vorrei lavorare in una ludoteca, nonna”
N: “E che è?”
Io: “è uno spazio che i bambini possono frequentare quando non sono a scuola”
N: “Ah, è il dopo-scuola!”
Io: “no, da noi giocano tutto il tempo, non fanno i compiti!”
N: “e tu che fai mentre loro giocano?”
A questo punto lascio a voi il compito di rispondere con un “gioco con loro” senza sentirsi rispondere: “all’anagrafe fanno un concorso”.

Partiamo dalle basi: cos’è una ludoteca?
Risposta: un servizio territoriale. Perché? Perché le ludoteche nascono per soddisfare i bisogni di gioco, spazio, educazione e integrazione riferite al contesto territoriale in cui sorgono; diversamente da altri servizi socio-assistenziali la ludoteca ha una sua dimensione di “quartiere” con cui si rapporta costantemente. Perché tra i quartieri dormitorio delle nostre periferie e le zone residenziali di alto livello ci sono poche cose in comune e una di queste è la cronica mancanza di spazi per giocare, senza dover schivare una macchina o doversi spostare in continuazione perché “qui non si può giocare”.

Cosa succede in una ludoteca?
Risposta: (scontata) si gioca. La cosa che più colpisce un nuovo arrivato dentro una ludoteca è la sensazione di libertà che si respira durante l’orario di apertura per l’utenza libera; si può giocare con le costruzioni, si può leggere un libro, si può partecipare a un laboratorio manuale (è uno dei punti fermi della ludoteca) o si può stare seduti in un angolo a fare niente…è forse questa la cosa più bella di uno spazio del genere: la libertà di fare ciò che si vuole, senza dover per forza essere qualcun altro.

img_4910

Cosa fa, concretamente, il ludotecario?
Risposta: cerca di far giocare tutti tra loro. Questo durante l’apertura per l’utenza libera (al pomeriggio le ludoteche torinesi sono aperte per l’utenza libera, basta iscriversi pagando una quota minima e si può frequentare liberamente), prima che entrino gli utenti bisogna organizzare il lavoro per il pomeriggio…in soldoni, prendere il materiale per il laboratorio (o, se non si è ancora pensato a cosa fare, pensare a un laboratorio. No, non vale lasciare a disposizione pennarelli e foglio di carta) e predisporre lo spazio; ovvero spostare tavoli e sedie per rendere più funzionale e fruibile lo spazio. Poi bisogna pensare ad eventuali giochi da proporre per chi, purtroppo o per fortuna, non si accontenta di giocare a calcio o per chi invece gioca solo a calcio e sarebbe bello se ogni tanto posasse la palla  e parlasse con qualcun’altro.

Poi ci sono le scuole. Perché le scuole? Perché questo è un servizio territoriale, quindi le scuole di zona possono svolgere diversi incontri al mattino nella ludoteca più vicina a loro. Si organizza l’attività, si accoglie la classe e si svolgono attività con loro…gioco, laboratorio di costruzione giochi,etc.etc. Su una classe di venti bambini nell’arco di una mattina si può vedere il potere del gioco all’opera: un bambino sempre emarginato perché non parla ancora la stessa lingua degli altri può diventare la star perché bravissimo a giocare alla settimana…e nessuna insegnante modello “Rottermaier”può resistere dal lanciare una pietra e saltare con un piede sul numero 1. Ho visto imparare la matematica grazie a dei dadi e l’italiano con il libretto delle regole…e se per imparare qualcosa è sempre necessario faticare allora preferisco faticare giocando, almeno mi sarò divertita!

img_4926

No, nonna, non lo faccio il concorso all’anagrafe. Non mi lasciano trasformare i documenti in aeroplani e non ci posso giocare.

Un pochino di cultura ludica prima di andare:
Ludoteca-wikipedia 

Ludoteche a Torino – Iter, Comune di Torino

Carta nazionale delle Ludoteche

Ali per giocare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...